novità
Home » cosa dove quando » Mamma e babbo, un cognome vale l’altro

Mamma e babbo, un cognome vale l’altro

anagrafeÈ un diritto per i genitori la scelta di dare a un figlio il solo cognome materno: lo ha stabilito la Corte europea dei diritti dell’uomo di Strasburgo
che ha condannato l’Italia per aver violato i diritti di due coniugi milanesi a cui era stato negata questa possibilità. La sentenza, che diventerà definitiva fra tre mesi, sollecita l’Italia a adottare riforme per rimediare a questa violazione.

Non è una questione di poco conto, anche se apparentemente semplice: oggi dare il cognome della mamma ai bambini non è facile, anche se le normative europee sono chiare e anche in Italia deve essere data questa possibilità. È dovuta intervenire la Corte Ue. Nonostante la legge italiana preveda la totale equiparazione tra figli nati dentro e fuori il matrimonio, sul cognome c’è ancora questa distinzione: per i figli nati dentro il matrimonio il cognome è del padre; per gli altri se il padre riconosce subito il neonato gli dà il cognome, altrimenti prende quello della mamma e solo successivamente (va fatta richiesta al tribunale dei minori) si può dare anche quello del padre. Se il riconoscimento avviene dopo il 18esimo anno di età, sta al ragazzo decidere se tenere quello della mamma o prendere quello del padre. Insomma, averli entrambi in Italia sembra solo un problema. Eppure è di una semplicità disarmante.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>