novità
Home » salute e benessere » Cose (anche esagerate) da sapere sul lavarsi le mani

Cose (anche esagerate) da sapere sul lavarsi le mani

http://www.dreamstime.com/-image3207596Le mani sono un agglomerato di microrganismi, virus e batteri: il 20% non sono patogeni e dunque hanno nella cute il loro habitat naturale. Il restante 80% è potenzialmente causa di problemi per la straordinaria capacità di proliferazione e resistenza. 7 cose da sapere su perché è importante lavarsi le mani, quando farlo e soprattutto perché.

1) Perché – Secondo il Center for Disease Control and Prevention, il lavaggio delle mani è la misura più importante per prevenire la diffusione delle infezioni. I germi possono resistere per ore sulle superfici di giocattoli, telefoni, maniglie, tavoli, tastiere del pc, asciugamani… la loro moltiplicazione può essere causa di malattie “normali” come il l’influenza e il raffreddore ed altre più dannose come la toxoplamosi, il tifo, il colera e l’epatite A.

2) Quando – Senza cadere in comportamenti maniacali e patologici, ci sono momenti in cui è davvero importante lavarsi le mani. Per esempio prima di mangiare o toccare il cibo, medicare una ferita, somministrare farmaci. E ancora, dopo aver tossito, starnutito o soffiato il naso, essere stati a contatto con animali o persone malate, aver usato il bagno, aver cambiato un pannolino, aver maneggiato la spazzatura, aver usato mezzo pubblico.

3) Come – A dispetto di quello che molti, soprattutto i bambini, credono, per lavarsi le mani non basta passarle sotto il getto d’acqua del rubinetto. Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, il lavaggio “perfetto” prevede di:
> Utilizzare sapone (meglio quello liquido della saponetta) e acqua corrente, preferibilmente calda. Il sapone liquido non è esposto all’aria e quindi non permette ai germi di proliferare, come invece può accadere sulla superficie della saponetta

> Applicare il sapone su entrambi i palmi delle mani e strofina sul dorso, tra le dita e nello spazio al di sotto delle unghie (dove si annidano più facilmente i germi), per almeno 40-60 secondi

> Risciacquare abbondantemente con acqua corrente

> Asciugare le mani possibilmente con carta usa e getta o con un asciugamano personale pulito o con un dispositivo ad aria calda

> Non toccare rubinetti o maniglie con le mani appena lavate. Per chiudere il rubinetto usa una salviettina pulita, meglio se monouso.

> Applicare, eventualmente, una crema o lozione idratante per prevenire le irritazioni, in caso di detergenti troppo aggressivi o dopo lavaggi prolungati.

C_17_opuscoliPoster_193_allegato

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>